ASTROPINOT
PINOT NERO PROVINCIA DI PAVIA IGT
Vino rosso fermo

Astropinot, un pinot nero stellare!

 

 2016

 

Nome
Astropinot, un pinot nero stellare!
Zona di produzione
Astropinot deriva dal vigneto “Il Bosco” che si trova nella prima collina del comune di Rivanazzano Terme. L’appezzamento, di 1 ettaro circa, è circondato da boschi e rientra nell’Unità Territoriale 5 per il Pinot nero nella
D.O. Oltrepò Pavese.
Vitigno
Pinot Nero 100%
Terreno
Franco-limoso-argilloso con alta presenza di calcare e infiltrazioni sulfuree
Età del vigneto
40 anni
Resa
50 q.li/ha
Esposizione del vigneto
Nord/Est
Altitudine
370 metri s.l.m.
Forma di allevamento
Geneva Double Curtain

 


Potatura
Le operazioni di potatura invernale vengono effettuate manualmente a cordone speronato. Per la gestione dei sarmenti si fa ricorso a trinciatura e successiva dispersione nel vigneto.
Gestione del vigneto
Il suolo è inerbito e viene controllato con sfalci periodici; all’occorrenza viene concimato con stallatico.
Trattamenti fitosanitari
Il vigneto viene gestito secondo i principi dell’agricoltura biologica. Per il controllo delle patologie si eseguono trattamenti con mezzi biologici e con prodotti a base di rame e zolfo.
Vendemmia
Vendemmia manuale con selezione dei grappoli in vigna e trasporto in cassette da 18 kg.

Epoca di vendemmia
Seconda settimana di settembre.

Vinificazione e affinamento
Vino ottenuto tramite la fermentazione spontanea delle uve
pigiadiraspate, senza l’aggiunta di metabisolfito di potassio. Il mosto è rimasto a contatto con le bucce per circa 15 giorni con rimontaggi in vasca d'acciaio inox con lieviti indigeni; in seguito è avvenuta la svinatura. Ha svolto la fermentazione malolattica e una parte del vino si è affinata in barriques di secondo passaggio. Sono stati effettuati 4 travasi e dopo un anno dalla vendemmia è stato assemblato e imbottigliato con tappo di sughero monopezzo. Affinamento 6 mesi in bottiglia.


Vino prodotto senza l’aggiunta di coadiuvanti enologici, senza nessun processo di filtrazione meccanica in vinificazione e in imbottigliamento.
Può naturalmente lasciare sedimenti in bottiglia. Il contenuto di anidride solforosa totale presente nel vino è derivato dal naturale processo di fermentazione dei lieviti.
Consigli di servizio
Per apprezzare al meglio le caratteristiche organolettiche del vino si consiglia di servirlo tra 16 e 20 °C in base al periodo di consumo.

 
Dati tecnici      L 30817
pH 3,23
Acidità totale 6,7 g/l
Acidità volatile 0,51 g/l
Gradazione alcolica 14 % vol
Anidride solforosa totale 20 mg/l
Anidride solforosa libera 18 mg/l